9 Dicembre 2019
13:43

Crema, svastiche sui muri del circolo Arci: “Sono intimidazioni fasciste che non ci fermeranno”

Svastiche e croci celtiche sul muro di un circo Arci ad Ombriano, frazione di Crema. Duro il post di denuncia su Facebook: “Ci domandiamo come sia possibile che questura e prefettura non intervengano”, oltre alla promessa che “queste intimidazioni, comunque, non sortiranno alcun effetto”. Organizzata per domenica prossima una manifestazione per ripulire i muri dalle scritte fasciste.
A cura di Filippo M. Capra
Un muro imbrattato del circo Arci di Ombriano (foto Facebook ArciOmbriano)
Un muro imbrattato del circo Arci di Ombriano (foto Facebook ArciOmbriano)

Un circolo Arci di Ombriano, frazione di Crema, è stato "colpito" nella notte tra sabato e domenica da individui che hanno disegnato svastiche e croci celtiche con le bombolette spray, rigorosamente nere, sui muri dell'attività. La denuncia dell'accaduto è arrivata direttamente dal profilo ufficiale del circolo su Facebook che si è lamentato della ciclicità con cui avvengono queste provocazioni.

Il post denuncia su Facebook

Il messaggio dei responsabili del circolo, accompagnato dalle foto degli imbrattamenti neri, è molto severo: "Ci domandiamo come sia possibile che questura e prefettura non intervengano, nonostante non si possa certo definire questo un atto isolato: non si tratta di semplice vandalismo, queste azioni sono delle vere e proprie intimidazioni fasciste che già in passato hanno colpito Crema, non solo il nostro circolo". Poi, la sfida agli autori: "Queste intimidazioni, comunque, non sortiranno alcun effetto sulle attività di una realtà che da anni è in prima linea nell'impegno sociale e nelle pratiche di solidarietà e inclusione".

L'iniziativa "ImbiancArci" di Crema

Il circolo ha quindi poi organizzato un evento per ripulire le scritte e le simbologie fasciste sia dai propri muri che da quelli colpiti in tutta Crema, dando appuntamento a chiunque volesse partecipare a domenica 15 dicembre. L'evento, creato anche su Facebook, riporta un altro messaggio, ancora più chiaro del primo: "Ripuliamo Crema dal fascio. Loro imbrattano, noi ripuliamo. La nostra risposta all'attacco vandalico, opera di qualche vigliacco fascista alla nostra sede, la notte tra il 7 e l'8 dicembre. Loro hanno imbrattato i nostri muri, come hanno imbrattato quelli della nostra Città e la migliore risposta è, tutti insieme, ripulire da questi vandalismi. Abbiamo già ricevuto molti attestati di solidarietà e proposte di aiuto ad imbiancare, ma la risposta deve essere collettiva e per la collettività. Ci troveremo domenica 15 dicembre alle 14.00 alla sede del Circolo per una biciclettata per le strade di Crema a ripulire la città cancellando quei segni di notturno rigurgito. Poi torneremo al Circolo per imbiancare le pareti sulle quali questi omuncoli nostalgici hanno lasciato le loro firme. Non ci intimidiscono, non ci fermeranno".

Alessia e Giulia investite dal treno, il papà: “Vivevo per loro: che questa tragedia non sia vana”
Alessia e Giulia investite dal treno, il papà: “Vivevo per loro: che questa tragedia non sia vana”
554 di Videonews
Sbalzato dalla sella del suo cavallo: gravissimo un uomo di 72 anni
Sbalzato dalla sella del suo cavallo: gravissimo un uomo di 72 anni
Perché le piscine di Milano potrebbero restare chiuse al mattino durante l'inverno
Perché le piscine di Milano potrebbero restare chiuse al mattino durante l'inverno
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni