Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

È stato il tempestivo intervento dei carabinieri a salvare l'uomo di 77 anni che la scorsa notte ha tentato il suicidio gettandosi nel Naviglio Grande a Corsico nel Milanese. Una tragedia della solitudine evitata grazie ad alcuni passanti che hanno notato l'anziano passeggiare nei pressi del corso d'acqua: l'allarme è scattato intorno alle 2 di notte quando è giunta la chiamata ai carabinieri della compagnia locale. In poco tempo i militari del Nucleo Radiomobile si sono precipitati in via Alzaia Trento trovandosi purtroppo alla drammatica scena.

Una profonda solitudine alla base del gesto estremo

L'uomo si era infatti già gettato in acqua e con difficoltà riusciva a nuotare vista anche la temperatura esterna di questi giorni che ha reso gelide anche le acque del Naviglio. A questo punto i militari hanno afferrato il suo braccio dalla riva e, senza immergersi, sono riusciti a tirarlo fuori dal canale. Sul posto è giunta immediatamente un'ambulanza del 118 in codice rosso con il personale sanitario a bordo che ha prestato le prime cure all'uomo per poi trasportarlo all'ospedale San Paolo di Milano: stando a quando trapelato non sarebbe in pericolo di vita. Ai carabinieri avrebbe raccontato di aver compiuto il gesto a causa di una profonda solitudine e di un rapporto ormai difficile con l'unico figlio.