Coronavirus in Lombardia
in foto: Coronavirus in Lombardia

Un ragazzo residente in un comune della Lomellina, provincia di Pavia, è risultato positivo al test del nuovo coronavirus ma, essendo un paziente asintomatico, i medici gli hanno prescritto due settimane di isolamento domiciliare. Il giovane, di origine pakistana, è però evaso dalla quarantena ed è andato a lavorare in un ristorante cinese di Pavia. Sul posto, dopo una segnalazione ricevuta, sono intervenuti i carabinieri di Pavia. I militari hanno spiegato al ragazzo che era necessario tornasse nella sua abitazione senza uscire per alcun motivo. Il giovane non ha protestato. Il grave fatto è stato segnalato all'autorità giudiziaria e sul comportamento del pakistano verranno effettuati accertamenti. Dovrà rispondere dell'"inosservanza di un provvedimento dell'autorità giudiziaria". Inoltre l'Ats di Pavia sta controllando il ristorante e sta cercando di rintracciare tutte le persone con cui il paziente ha avuto contatti.

In Lombardia 615 contagi, 55 in provincia di Pavia

I tamponi positivi in Lombardia sono in totale 615. Ci sono 60 persone guarite, ha annunciato l'assessore regionale Giulio Gallera. In totale sono stati effettuati quasi 6mila tamponi in tutta la regione. Ci sono 256 pazienti ricoverati e 80 in terapia intensiva. i morti sono 23, tutte persone anziane e con patologie pregresse.

Questo il numero di contagiati divisi per provincia: Bergamo 110 (18% del totale), Brescia 14 (2%), Como 1, Cremona 136 (22%), Lodi 237 (39%), Monza e Brianza 6 (1%), Milano 30 di cui 10 in citta' (5%), Mantova 1, Pavia 55 (9%), Sondrio 3, Varese 4 (1%), in fase di verifica 18.