Trecento medici e infermieri arriveranno in Lombardia dalla Cina per aiutare i nostri ospedali nella lotta al coronavirus. Lo ha annunciato l'assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera, in un video su Facebook.

Coronavirus, in Lombardia arrivano i primi medici e infermieri dalla Cina

"Sono arrivate circa 2 mila tute protettive, grazie a una donazione di artisti cinesi. Sono arrivate con il coinvolgimento delle nostre ambasciate e dei consolati tedeschi – ha spiegato l'assessore – "non è l'unica cosa arrivata dalla Cina. Arriverà domani una prima delegazione all'aeroporto di Malpensa, 7 medici e 3 tra tecnici e infermieri. Sono i primi di gruppo più ampio, circa 300 persone, che arriveranno dalla Cina per darci man forte all'interno dei nostri ospedali".

Da Pechino anche 30 respiratori per la terapia sub intensiva

Domani il vicepresidente Fabrizio Sala e il sottosegretario Alan Christian Rizzi accoglieranno a Malpensa medici e personale sanitario in arrivo dalla Cina e dagli Stati Uniti. Sempre da Pechino sono arrivati oggi 30 respiratori da terapia sub intensiva, che si aggiungono ai 14 procurati della Protezione civile. Sono giù arrivati anche i primi medici dagli Stati Uniti che domani cominceranno ad allestire l'ospedale da campo a Cremona.

In Lombardia 16.22o contagiati e 1.640 morti

Il bollettino di oggi, martedì 17 marzo, ha aggiornato a 16.220 il numero dei casi positivi in Lombardia (+1271 da ieri), ci cui 6953 ricoverati in ospedale (ieri 6.171) mentre sono 879 i pazienti in terapia intensiva (erano 823). Aumenta anche il numero dei decessi arrivato a 1640 rispetto ai precedenti 1.420.