La Brianza piange una delle vittime più giovani del coronavirus. Fabrizio Marchetti, barista di 32 anni, era molto conosciuto nella zona di Nova Milanese e Seregno. È deceduto in ospedale dopo aver contratto il virus all'inizio di marzo.

Coronavirus, in Brianza morto un barista di 32 anni

La notizia è stata riportata da Il Giornale di Desio, che ha raccolto la testimonianza dei genitori del giovane. Sono decine i messaggi di dolore e cordoglio postati sui social. Fabrizio era un volto noto per i giovani della zona, era stato per anni al bancone di locali come il bar "Pausa caffè" nel Parco Vertua di Nova Milanese e il Mada Coffe & Bakery di Seregno. 

Aveva contratto un'infezione alcuni mesi fa

Aveva iniziato a sentirsi male alcuni mesi fa dopo un viaggio a Cuba per un'infezione che aveva indebolito le sue difese immunitarie. All'inizio di marzo aveva accusato i sintomi dell'influenza. In pochi giorni la febbre è salita molto e la sua famiglia ha deciso di chiamare il numero verde regionale per l'emergenza coronavirus. Nella notte tra il 5 e il 6 marzo è stato trasportato in ospedale dove le sue condizioni si sono aggravate. "Il tampone è risultato positivo al Coronavirus. Non ho potuto vederlo, stargli vicino", ha raccontato la madre, Lidia Greco, intervistata da Il Giornale di Desio.

Il ricordo sui social di amici e clienti

Tantissimi amici e clienti hanno espresso la loro vicinanza alla famiglia e la disperazione per non averlo abbracciato e salutato un'ultima volta. "Fai buon viaggio Fabrizio Marchetti, eri un’anima buona, voglio ricordarti così dietro al bancone del tuo bar", lo ha commemorato una cliente. "Una persona meravigliosa", lo ricorda un'altra ragazza, "un ragazzo pieno di passione che amava il suo lavoro e le persone, che aveva sempre un sorriso per tutti e che per mesi lo scorso anno ha allietato le mie mattinate ed i pomeriggi del sabato".

Il bilancio nella provincia di Monza e Brianza

Il bilancio dei contagi nella provincia di Monza e Brianza è in aumento, anche se per fortuna non si avvicina ai picchi delle aree di Bergamo, Brescia, Lodi e Cremona. Alle ore 19 di martedì 17 marzo erano 376 le persone positive al covid-19 in Brianza.