54.110 CONDIVISIONI
Covid 19
31 Marzo 2020
21:53

Coronavirus, Gallera: “Gravissima circolare del Viminale, si rischia effetto psicologico devastante”

La circolare diffusa dal ministero dell’Interno riguardo l’emergenza coronavirus sarebbe secondo Gallera ‘gravissima’. “L’indicazione utile per tutti deve essere quella di rimanere a casa, ancora per qualche settimana”, sostiene Gallera. Le nuove disposizioni prevedono un lieve allentamento rispetto alle regole precedenti, anche se rimane fermo il divieto di uscire di casa se non per motivi di salute, lavoro, necessità.
A cura di Natascia Grbic
54.110 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

L'assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera ha definito ‘gravissima' la circolare diffusa dal ministero dell'Interno in merito all'emergenza coronavirus. "Non è questo il momento di abbassare la guardia. La circolare diffusa dal Ministero dell'Interno rischia di creare un effetto psicologico devastante, vanificando gli sforzi e i sacrifici compiuti finora – dichiara l'assessore – Il provvedimento ministeriale potrebbe essere inteso come un segnale di allentamento delle misure di contenimento assunte finora. Misure rigide, importanti, che hanno però consentito di contenere la curva dei contagi del coronavirus. L'indicazione utile per tutti deve essere quella di rimanere a casa, ancora per qualche settimana".

Coronavirus, la nuova circolare del Viminale

La nuova circolare diffusa dal Viminale in serata ha allentato leggermente le misure restrittive in vigore per la pandemia da coronavirus. Le nuove disposizioni consentono ‘a un solo genitore', di ‘camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all'aperto, purché in prossimità della propria abitazione'. Cade quindi il divieto della passeggiata per i bambini, che potranno uscire di casa nei limiti consentiti dalla nuova circolare. E si precisa che ‘la stessa attività può essere svolta inoltre nell'ambito degli spostamenti motivati da situazioni di necessità o per motivi di salute‘. Rimane non consentito ‘svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto ed accedere ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici', ma si può camminare nei pressi della propria abitazione.

54.110 CONDIVISIONI
32425 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni