Continuano le tragiche processioni di camion militari carichi di bare diretti dalla provincia di Bergamo verso altri territori.  A Seriate la chiesa di San Giuseppe è stata trasformata in un deposito per i feretri che non trovano posto nei cimiteri. Per liberare spazio è stato organizzato il trasferimento di 45 bare che, dopo la benedizione e la sanificazione, sono state caricate sui mezzi  dell'esercito per essere trasportati al forno crematorio di Ferrara.

Coronavirus, 45 bare trasferite da Seriate sui camion dell'esercito

Il passaggio dei cortei di camion dell'esercito è purtroppo diventato una vista familiare nella Bergamasca. Quello di oggi è il quarto trasporto in una settimana. Dopo il primo corteo con 70 bare partito dal Cimitero monumentale di Bergamo, l'immagine che è diventata uno dei simboli della pandemia, ce n'è stato un secondo dal capoluogo pochi giorni dopo e un terzo partito da Ponte San Pietro.

A Bergamo 300 decessi a settimana, cimiteri al collasso

In città e nel comuni limitrofi i decessi sono circa 300 a settimana, contro una media normale di circa 45 al mese. Per i forni crematori, le onoranze funebri e i cimiteri è impossibile provvedere a tutti i feretri. Nella chiesa di Seriate le bare sono disposte su lunghe file, accanto a  cartellini numerati fino a 80, la massima capienza possibile. Ma ormai si usano anche palestre e magazzini per stipare le bare in attesa di trovare una sistemazione. Stando all'ultimo bilancio, di martedì 24 marzo, nella Bergamasca sono 6.728 i casi confermati, in aumento di circa 250 al giorno.