L’ospedale da campo in costruzione a Crema
in foto: L’ospedale da campo in costruzione a Crema

È pronto a Crema un ospedale da campo allestito dalla protezione civile per fornire un aiuto ai sanitari del nosocomio cremasco da settimane in trincea per l'alto numero di pazienti con coronavirus. Qui nella giornata di domani, sabato 21 marzo, arriveranno 52 tra medici e infermieri cubani.

Gallera, domani arrivano 52 medici e infermieri da Cuba

"Domani atterreranno in Lombardia 52 medici e infermieri specializzati in malattie infettive da Cuba", ha annunciato l'assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera. La struttura da campo "sarà già attiva sabato 21 marzo, giorno in cui è previsto l'arrivo dei medici cubani a rinforzo dei colleghi italiani", ha spiegato l'assessore regionale Pietro Foroni. "Come Protezione Civile abbiamo già organizzato tutto. L'ospedale da campo, in ogni caso, sarà pronto indipendentemente dall'arrivo dei medici da Cuba", ha spiegato in una diretta Facebook nel pomeriggio di giovedì. L'assessore ha ringraziato "i 7129 volontari di Protezione civile che stanno sostenendo con le loro attività i territori lombardi".

Cremona, Bergamo e la Fiera di Milano: le nuove struttura in costruzione

Continua così l'opera di ampliamento delle strutture sanitarie in Lombardia per fare fronte all'emergenza covid-19. Dopo l'ospedale costruito a Cremona dalla ong statunitense Samaritan's Pursue, con 68 posti di cui 8 di terapia intensiva, inaugurato venerdì 20 marzo. Proseguono i lavori per la realizzazione di un altro padiglione mobile da parte dell'Associazione Alpini a Bergamo. "Abbiamo effettuato un sopralluogo tecnico all'interno della Fiera – ha spiegato l'assessore Foroni -. L'Associazione nazionale Alpini, a cui va il nostro sincero ringraziamento, metterà a disposizione uno dei migliori ospedali a livello internazionale, struttura che avrà funzioni specialistiche legate al coronavirus. Appena terminate le ultime verifiche in 72 ore saranno montate le tensostrutture e successivamente attrezzate. Stiamo inoltre lavorando per il reperimento del personale medico". Resta in cantiere anche il maxi ospedale d'emergenza alla Fiera di Milano. Dopo la presentazione del primo prototipo, si attende l'arrivo dei macchinari necessari per attivare i posti in terapia intensiva (almeno duecento, ma il progetto ne prevede fino a 400).