Si terrà domani a Sesto San Giovanni, nel Milanese, il presidio organizzato dal Comitato Antifascista di Sesto per protestare contro la decisione dello stesso Comune di concedere a CasaPound uno spazio per il convegno di domani sera. Il sindaco di Forza Italia, Roberto Di Stefano lo scorso Natale aveva infatti dato il via libera ai militanti della formazione di estrema destra per l'utilizzo della sala Spazio Arte, per un convegno: decisione che aveva scatenato le proteste di tantissimi, dall'Anpi ai collettivi politici di sinistra fino al Movimento 5 Stelle. Così domani alle 16 ci sarà un presidio antifascista in piazza della Resistenza "luogo simbolo della nostra città Medaglia d'oro per la Resistenza", si legge nell'evento organizzato su Facebook: ci saranno "musica, reading e testimonianze".

Bersani: guardia troppo bassa su questi temi

Solo due giorni fa durante la manifestazione tenutasi in piazza IV Novembre, a Sesto, anche l'ex segretario del Pd, Pierluigi Bersani, aveva espresso la propria contrarietà rispetto alla decisione del Comune e del convegno di CasaPound: "Si sta tenendo la guardia troppo abbassata su questi temi – aveva detto Bersani – la Costituzione vieta qualsiasi forma di ricostituzione del disciolto partito fascista". L'ex segretario Dem aveva poi firmato la petizione contro la concessione dello Spazio Arte, lanciato sulla piattaforma Change.org che ha raccolto più di 7000 firme nelle ultime settimane.

Anpi: anche esponenti di Forza Italia e Lega al convegno

Anche l'Anpi è intervenuta nei giorni scorsi: "Anche esponenti di Forza Italia e della Lega parteciperanno alla conferenza", si legge in un post su Facebook. "Questo sta a dimostrare che esistono numerosi punti di convergenza di tutte le destre con organizzazioni neofasciste, come Casa Pound, i cui militanti si definiscono fascisti del terzo millennio".