Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

I carabinieri stanno setacciando Cologno al Serio e i comuni vicini alla ricerca di un uomo di 47 anni, un operaio con piccoli precedenti penali, che ha ucciso la moglie a coltellate e si è dato alla fuga. L'assassinio risale alla notte scorsa, intorno alle 4 del mattino del 6 ottobre, la vittima è una donna moldava di 36 anni colpita da diversi fendenti al petto e al collo; le forze dell'ordine hanno organizzato pattugliamenti e controlli lungo le strade principali e le stazioni dei mezzi pubblici.

Stando a quanto ricostruito dalle forze dell'ordine, l'aggressione è avvenuta in piena notte davanti alla casa della sorella della vittima, a Cologno al Serio, in provincia di Bergamo. La dinamica resta sconosciuta, ma a quanto si apprende l'uomo, italiano, avrebbe aspettato la moglie nel cortile e durante una lite avrebbe estratto un coltello e si sarebbe scagliato contro di lei, colpendola più volte; almeno due coltellate, che l'avrebbero colpita al torace e al collo. Subito dopo sarebbe salito in un'automobile e sarebbe scappato facendo perdere le sue tracce. La donna, ferita gravemente, è morta poco dopo nonostante i tentativi di soccorso: le coltellate avevano leso organi vitali, inutile l'intervento del 118 allertato dalla sorella.

Per le ricerche sono in campo i carabinieri della Compagnia di Treviglio insieme a quelli di Bergamo. Sono stati predisposti posti di blocco e di controllo e pattugliamenti in tutta l'area, comprese le arterie stradali che portano fuori città, e sono state avviate ispezioni nelle stazioni dei mezzi pubblici e delle ferrovie, che l'uomo potrebbe usare per allontanarsi da Cologno al Serio.