Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

L'allarme, il panico e decine di soccorritori in ansia per un ragazzino che si temeva potesse essere caduto in un canale a Cividate al Piano, in provincia di Bergamo. Poi, però, è arrivato fortunatamente il lieto fine: il giovane, un bimbo di 10 anni, era a giocare a casa di un'amica. Sono stati momenti drammatici quelli vissuti nel pomeriggio di oggi, lunedì 9 settembre, nel piccolo centro della Bergamasca. A dare l'allarme al 112 sono stati i genitori del bimbo, spaventati dopo aver visto la bicicletta del figlio abbandonata vicino a un canale che si trova in via San Giorgio, non lontano dal fiume Oglio. La segnalazione all'Azienda regionale emergenza urgenza è arrivata attorno alle 15: sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i carabinieri e diversi equipaggi del 118 a bordo di ambulanza e automedica.

Momenti di paura a Cividate al Piano

Si temeva che il ragazzino potesse essere stato trascinato dalla corrente: i soccorritori hanno iniziato a scandagliare l'area ma, fortunatamente, non è stato necessario proseguire le ricerche. Poco dopo l'allarme dei genitori infatti si è scoperto che il bambino, del tutto ignaro di quanto stava accadendo, era a casa di un'amica a giocare tranquillamente. Il ragazzino aveva abbandonato la bicicletta vicino al canale a causa di un guasto alla catena delle due ruote: poi ha evidentemente raggiunto l'abitazione dell'amichetta a piedi. La vista della bici abbandonata vicino al canale ha gettato i genitori del bimbo nel panico: fortunatamente la vicenda si è conclusa con un lieto fine.