[Immagine di repertorio]
in foto: [Immagine di repertorio]

Un cadavere è stato trovato nel canale Ciria a Cicognolo, nel Cremonese. La scoperta è stata fatta da un passante, che ha notato il corpo in acqua, allertando subito le forze dell'ordine. Sul posto sono giunti prima i sanitari del 118, quindi i vigili del fuoco. Il cadavere era immerso nell'acqua: stando a quanto trapelato finora, si tratterebbe di un 54enne che viveva a Corte de' Frati, altro comune del Cremonese non troppo distante dal luogo del ritrovamento. L'uomo, la cui identità non è stata resa nota, lascia una moglie e tre figli.

Si indaga in tutte le direzioni, anche se tutto lascerebbe pensare ad una tragica fatalità. L'uomo era sparito da casa nella mattina di oggi, lunedì 8 luglio. Lo avevano cercato ovunque i carabinieri di Robecco d'Oglio, finché poche ore dopo, nel primo pomeriggio, è stato ritrovato il suo corpo, nel canale Ciria a Cicognolo: era immerso nell'acqua ed è stato avvistato da un passante poco dopo il salto di una piccola cascata. Sul posto sono giunti, oltre ai sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che constatarne l'avvenuto decesso, anche i vigili del fuoco ed i carabinieri delle vicine stazioni di Vescovato e Robecco d'Oglio agli ordini del maresciallo Russo. Toccherà a loro fare chiarezza sulle cause della morte dell'uomo, nonché sulla dinamica che ne ha portato al decesso. Non è esclusa una possibile autopsia del corpo, per chiarire anche quali siano le cause della morte, sebbene l'ipotesi che appare più plausibile è quella dell'annegamento in seguito ad una fatalità.