La notte di Capodanno, seppur in calo rispetto agli anni passati, conferma la sua triste tradizione di feriti in tutta Italia. Tra i più, nella notte di San Silvestro che ha portato al 1° gennaio 2019, è un ragazzo di ventitré anni originario di Cesate, nel milanese: il giovane è rimasto gravemente ferito e trasportato d'urgenza all'ospedale milanese di Niguarda.

Stando a quanto ricostruito finora, il giovane sarebbe rimasto ferito in maniera grave poco dopo la mezzanotte su via Italia, a causa di un petardo che gli sarebbe scoppiato tra le mani: l'esplosione gli ha dilaniato la mano destro e ferito seriamente anche la sinistra. Il ventitreenne ha riportato anche ferite al viso, che sarebbe gravemente ustionato, ed alla testa. Sul posto, dopo l'incidente, sono accorsi i soccorritori del 118 di Paderno Dugnano, assieme ad un'automedica ed ai Carabinieri della Compagnia di Rho. Ma le condizioni del giovani erano già tali che l'Agenzia Regionale Emergenza Urgenza (Areu), che ne hanno disposto il trasferimento urgente all'ospedale milanese Niguarda in codice rosso.

Ma non si tratta dell'unico ferito a Milano: un uomo di 58 anni è infatti giunto presso l’Ospedale San Giuseppe, proveniente dal pronto soccorso di Bergamo, con perdita di quattro dita della mano sinistra per scoppio traumatico. L’uomo è stato sottoposto ad intervento chirurgico.