Gli agenti della Polizia Locale di Milano non saranno in servizio durante il concerto di Capodanno previsto in piazza del Duomo. Il dispositivo di sicurezza dell'evento, a cui è prevista la presenza di decine di migliaia di persone che attenderanno il 2019 con la musica di The Bluebeater e Francesco Gabbani, non potrà così contare sui caschi bianchi ma solo sugli steward degli organizzatori, che vigileranno sugli accessi alla piazza, mentre i vigili saranno esclusivamente impiegati nella conduzione del traffico.

L'indisponibilità dei vigili arriva da un duro scontro tra Palazzo Marino e i sindacati. Al centro della contesa l'introduzione del badge anche per gli agenti di Polizia Locale, a cui sono contrarie, con sfumature diverse, tutte le sigle sindacali. Oggi un incontro in estremis per trovare un accordo non ha dato il risultato sperato ed è terminato quando il sindaco Beppe Sala si è alzato è ha abbandonato la trattativa, a cui partecipava per l'amministrazione comunale anche la vicesindaco Anna Scavuzzo.

Tra le sigle più contrare al badge l'Usb e gli altri  sindacati autonomi, più dialoganti Cgil, Cisl e Uil.  "L'incontro tra i sindacati della Polizia Locale di Milano e l`amministrazione si è concluso con un nulla di fatto perché il primo cittadino ha preso su la giacca e abbandonato la sala – denuncia Usb – Da parte degli agenti  c'era la volontà di discutere di temi "veri come l'introduzione punitiva del badge in un corpo ad assenteismo zero, l'imputazione delle ore di straordinario a capricci dei singoli, l'assenza di tutele, i nuovi piani del governo per l'uso della Polizia Locale come massa di manovra in funzioni di ordine pubblico e quisquilie simili".