(immagine di repertorio)
in foto: (immagine di repertorio)

Stava passeggiando insieme al suo dobermann quando all'improvviso il cane si è sentito male ed è morto. È successo nei giorni scorsi a Truccazzano, più precisamente nella frazione di Albignano, in provincia di Milano. Una zona che non è nuova a episodi di questo tipo: a maggio morirono cinque cani a causa di alcune polpette al veleno lumachicida. Stessa sorte, secondo quanto riportato dalla testata "Il Giorno", è toccata al dobermann che qualche giorno fa era a spasso in compagnia del padrone al momento dell'avvelenamento. Gli abitanti che possiedono cani o altri animali domestici sono stati allertati, perché altri bocconi avvelenati potrebbero comparire nella zona compresa tra il ponte di Albignano e le campagne limitrofe.

Caccia all'avvelenatore seriale

Dopo gli episodi del maggio scorso, che hanno causato la morte di altri cinque cani, adesso nella cittadina del Milanese è tornato l'incubo avvelenamento. Sembrano esserci pochi dubbi: ad Albignano c'è qualcuno che odia i cani e che manifesta quest'odio mettendo in atto comportamenti pericolosissimi e penalmente rilevanti. La denuncia di questo ultimo caso è già stata fatta partire. La polizia locale torna quindi a indagare, con l'obiettivo di incastrare l'avvelenatore seriale che sta provocando la rabbia di tanti residenti. La paura è che il dobermann potrebbe non essere l'unico animale colpito da questa nuova ondata di avvelenamento. L'invito rivolto a tutti i possessori di cani e gatti è quindi quello di prestare attenzione: si consiglia di portare subito l'animale dal veterinario in caso di attacchi di vomito improvvisi.