Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Picchiava la madre e le due sorelle per ottenere soldi, per questo un 16enne è stato trasferito in comunità per il reato di maltrattamenti in famiglia. Una storia di violenza domestica che arriva dal Cremonese, dal piccolo comune di Camisano, dove a raccontare quanto subito negli ultimi due anni sarebbe stata proprio la madre del giovane: i carabinieri infatti sarebbero intervenuti in più di un'occasione in casa della famiglia per sedare violenti liti. In un'occasione i militari avrebbero riscontrato nella braccia della madre diversi arrossamenti e contusioni causati dalle botte ricevute, in un'altra occasione invece il 16enne avrebbe colpito con schiaffi e pugni le sorelle più piccole.

Due anni di violenze

A questo punto è stata avviata l'indagine coordinata dalla Procura per i minorenni di Brescia che ha portato alla luce i numerosi episodi di violenza avvenuti negli ultimi due anni ai danni della madre e delle sorelle più piccole. I militari hanno acquisito i vari referti medici rilasciati al termine delle visite alle donne malmenate e poi sentito la famiglia che ha ammesso che il 16enne era solito colpire i familiari con con schiaffi, pugni e calci per avere denaro. Per questo è stato disposto il collocamento in comunità per il sedicenne per il reato di maltrattamenti in famiglia.