(Immagine di archivio Getty images)
in foto: (Immagine di archivio Getty images)

Un matrimonio da incubo. Si potrebbe riassumere così, parafrasando il titolo di una famosa trasmissione televisiva, quanto accaduto lo scorso sabato in Brianza. Sette persone sarebbero rimaste intossicate durante il banchetto organizzato per celebrare le nozze tra una donna di 50 anni e il suo compagno. A riportare la notizia è stato il "Corriere della sera" che ha raccolto le lamentele della neo sposa. La donna aveva scelto di rivolgersi a una wedding planner di Cinisello Balsamo per far sì che il suo matrimonio fosse perfetto, come quelli che si vedono in tv. Ma molte cose sarebbero andate storte: dagli allestimenti, giudicati dalla sposa non all'altezza o comunque non in linea con quello che sarebbe stato pattuito, fino al pranzo in un ristorante di Briosco. È proprio durante il banchetto che quella che doveva essere una festa ha assunto i toni dello psicodramma: sette commensali, tra cui la stessa sposa, sua madre e sua figlia (rispettivamente di 82 e 20 anni), si sono sentiti male poco dopo aver mangiato gli antipasti. Ad avere la peggio è stata la madre della sposa, trasportata in ambulanza in codice verde al pronto soccorso di Carate Brianza con sintomi di un'intossicazione alimentare. La donna è stata poi dimessa in tempo per assistere al taglio della torta, ma la festa ormai era stata rovinata.

La wedding planner e il ristorante respingono le accuse

Secondo quanto riporta il Corsera la neosposa si sarebbe già rivolta a un avvocato per far valere le proprie ragioni e chiedere presumibilmente i danni per chi avrebbe rovinato quello che dovrebbe essere il "giorno più bello". Dall'altra parte, però, va precisato che sia la wedding planner sia il ristorante hanno respinto al mittente le accuse: il ristorante ha sottolineato di aver organizzato la sera stessa un altro matrimonio senza alcun genere di problema, mentre dall'ufficio della wedding planner è stato evidenziato che l'allestimento stabilito con la neo sposa era molto basico, e che anzi sarebbero stati fatti anche sforzi in più rispetto a quanto pattuito.