È stato condannato anche in Appello il padre accusato di aver abusato della figlia per più di dieci anni: l'uomo aveva ricevuto una condanna a 9 anni dal tribunale ordinario con rito abbreviato, confermata ieri dalla Corte d'Appello di Brescia. Le indagini erano partite quando la giovane figlia dopo anni di molestie, avvenute in un paesino del Bresciano, aveva deciso di denunciare finalmente quanto subito: il padre, come emerso dalle lunghe indagini, avrebbe approfittato della sua figura per perpetrare quegli abusi sessuali sulla figlia minorenne che non ha mai avuto il coraggio di reagire o di raccontare a qualcuno quello che accadeva tra le mura di casa.

Il padre ha sempre negato le accuse

La ragazza dopo anni è riuscita, attraverso l'aiuto di un consultorio familiare e poi di uno psicologo, a raccontare tutto, grazie anche al fatto di essersi allontanata dal tetto familiare, essendo andata a vivere col fidanzato. Così prima le indagini e poi il processo hanno ricostruito, confermando la versione della vittima tutto quanto accaduto in quei lunghi dieci anni di molestie, accuse che il padre ha sempre negato. Ora la condanna confermata in Appello, resta da capire se l'uomo deciderà di ricorrere in Cassazione.