Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Sono stati denunciati per tortura e sequestro di persona: secondo quanto ricostruito dalle forze dell'ordine le vittime sarebbero due giovani di soli 17 e 20 anni mentre gli aguzzini due genitori che avrebbero torturato la figlia e il fidanzato per settimane. Una storia agghiacciante quella che arriva da Brescia nata e sviluppatasi all'interno di una famiglia di nazionalità indiana: marito e moglie, entrambi residenti nella città lombarda, sono stati accusati di aver torturato la propria figlia di soli 17 anni e il suo fidanzato appena 20enne. I due secondo quanto ricostruito finora dalle forze dell'ordine sarebbero stati seviziati dalla coppia, costretti a subire maltrattamenti con un cavo della corrente.

Torturavano la figlia 17enne: scariche elettriche inflitte con cavi della corrente

Scariche elettriche alle quali la coppia di fidanzatini veniva sottoposta in continuazione: la motivazione risiederebbe nella contrarietà da parte dei genitori della 17enne alla storia d'amore della figlia. La vicenda riportata da Il Giornale di Brescia avrebbe avuto luogo nel mese di agosto nella cittadina lombarda: secondo quanto appurato dagli inquirenti la famiglia indiana era profondamente integrata nel tessuto sociale e finora non vi erano mai state segnalazioni in merito a comportamenti violenti o maltrattamenti in famiglia. Marito e moglie sono stati ora denunciati mentre la 17enne è stata allontanata dalla famiglia e collocata in una comunità.