Un gruppo di rapinatori ha scatenato il terrore al centro commerciale Le Torbiere di Corte Franca, in provincia di Brescia, nella serata di ieri, martedì 5 febbraio. I malviventi hanno fatto irruzione poco prima dell'orario di chiusura ma quando era ancora pieno di persone. Il volto coperto hanno accesso diversi fumogeni e svuotato gli estintori per creare il caos e mettere in fuga dipendenti e avventori poi, per mostrare che facevano sul serio, hanno esploso diversi colpi di arma da fuoco in aria assaltando la gioielleria all'interno del centro commerciale. La banda, composta da cinque persone, è riuscita a darsi alla fuga con un bottino di circa 50.000 euro a bordo di una Bmw X6. L'auto di grossa cilindrata è stata ritrovata alcune ore dopo abbandonata ai margini di un campo agricolo in provincia di Cremona. Lì probabilmente avevano nascosto un altro mezzo per consentirgli di proseguire la fuga in modo più sicuro.

Un commando di rapinatori professionisti

I rapinatori hanno così attraversato la provincia di Brescia e quella di Bergamo, riuscendo a far perdere le proprie tracce. Secondo gli inquirenti, che sono alla ricerca di prove e che stanno passando al vaglio le telecamere di video sorveglianza nella speranza di trarne informazioni utili, il commando era composto da professionisti che e non da rapinatori improvvisati, che hanno messo in atto un piano di azione e di fuga studiato nei minimi particolari.