Momenti di tensione a Brescia fuori dallo stadio Rigamonti, prima del sentito derby tra la squadra di casa e l'Atalanta. Due gruppi di tifosi bresciani sono arrivati a contatto tra loro. Polizia e carabinieri sono intervenuti e hanno separato i tifosi.

Brescia, scontri tra gruppi ultras fuori dallo stadio Rigamonti

Lo scontro è dovuto a uno striscione scritto dalla Curva Nord contro il gruppo ultras Brescia 1911 accusato di aver condiviso la protesta dei tifosi bergamaschi, che oggi diserteranno la partita per uno "sciopero" in protesta contro l'obbligo della trasferta con la tessera del tifoso, disposto dal Viminale.

La protesta dei tifosi delle due squadre

La vigilia del primo derby tra Brescia e Atalanta in seria A dopo un lungo periodo di digiuno ha visto al centro del dibattito soprattutto le proteste delle due tifoserie. Gli ultras delle Rondinelle sono in sciopero per il caro prezzi dei biglietti (soprattutto il gruppo "Brescia 1911", mentre la Curva Nord è presente sugli spalti, ma ha annunciato cori di protesta) , quelli nerazzurri invece boicottano la trasferta anche per opporsi ai 28 daspo relativi alla semifinale di andata di Coppa Italia giocata a Firenze il 27 febbraio scorso. Circa 150 ultras bergamaschi avevano sfondato i cancelli del Palasport Mandela Forum di Firenze per cercare uno scontro fisico con i tifosi della Fiorentina.