Un terribile incidente, lo scontro tra la sua Kawasaki Ninja e un'automobile, l'impatto violentissimo che non gli ha lasciato scampo. È morto così Alex Franzè, 26 anni, martedì sera sulla strada provinciale 345 a a Villa Carcina, in provincia di Brescia.

Incidente a Villa Carcina: l'impatto con un'auto che stava svoltando

Il tragico schianto è avvenuto alle 19 di martedì 16 luglio. Il centauro, residente a Poleveno, stava viaggiando in sella alla sua moto quando si è scontrato con una Fiat Punto, che stando ai primi accertamenti gli avrebbe tagliato la strada mentre svoltava a sinistra per entrare in un parcheggio. Il giovane non ha avuto il tempo di evitare l'impatto. Ha colpito la vettura ed è stato proiettato sul parabrezza e poi sbalzato sull'asfalto.

Il conducente dell'auto rischia l'accusa di omicidio stradale

Sul posto sono arrivate un'automedica e un'ambulanza.Per il 26 enne purtroppo non c'è stato niente da fare: troppo gravi le ferite riportate. I sanitari hanno provato a rianimarlo sul posto, ma tutti i tentativi sono risultati vani. Il conducente dell'auto, un uomo di 79 anni, è stato trasportato in codice verde all'ospedale di Gardone Val Trompia e sottoposto alle analisi tossicologiche. Ora potrebbe essere indagato per omicidio stradale. Pochi minuti dopo l'incidente sul posto sono accorsi i parenti di Alex, in lacrime.

Gli agenti della polizia stradale di Brescia indagano per chiarire la dinamica del sinistro. I poliziotti hanno sequestrato i mezzi coinvolti ed effettuato i rilievi del caso. Lunga la provinciale il traffico è rimasto bloccato a lungo con gravi disagi per tutta la serata.