Immagine di repertorio La Presse
in foto: Immagine di repertorio La Presse

Una nube arancione ha avvolto le strade e si è levata verso il cielo a Brescia, dopo un incidente avvenuto nell'azienda chimica Torchiani, che si occupa di fornire prodotti destinati all'industria, all'agricoltura e ad altri settori. Preoccupazione tra i residenti del quartiere Noce, zona del capoluogo di provincia dove si trova l'impianto che nel pomeriggio di oggi, lunedì 14 maggio, hanno visto levarsi dall'area dell'azienda una nube colorata che dall'apparenza non sembrava lasciar presagire nulla di buono. L'incidente è avvenuto intorno alle 18 al civico 45 di via Gian Battista Cacciamali. Secondo le informazioni apprese pare che a provocare la nube sia stata una fuoriuscita di acido nitrico, un acido minerale forte e un potente agente ossidante, venuto a contatto con l'aria. Tuttavia, come si apprende, l'incidente ha riguardato una quantità contenuta di soluzione acquosa.

Nube arancione a Brescia

Si tratta in particolare di vapori che sono fuoriusciti da una cisterna presente all'interno dell'azienda che per cause non note e ancora in via d'accertamento, si è deformata, provocando lo spiacevole inconveniente che ha spinto i cittadini di Brescia ad alzare il naso all'insù. Alcuni residenti hanno raccontato a Fanpage di aver chiuso le finestre e di essersi barricati in casa una volta notata la nube, non capendo cosa fosse ma preoccupati delle ripercussioni che avrebbe potuto provocare alla salute. Sul posto sono intervenuti prontamente i vigili del fuoco, gli agenti della polizia locale e della Polizia di Stato, che hanno svolto gli accertamenti necessari al caso e hanno messo in sicurezza l'area interessata. Al momento non si registra nessun allarme, la situazione è sotto controllo.