È scomparso improvvisamente per un malore Paolo Comini, bassista bresciano, che faceva parte del gruppo rock dei Seddy Mellory (dove suonava il basso) e collaborava anche con gli Intercity. Il musicista è stato trovato senza vita giovedì nella casa doveva viveva a Castel Mella dai vigili del fuoco entrati con la forza dopo essere stati avvertiti dai familiari che non ricevevano risposta alle chiamate sul cellulare. Probabilmente un arresto cardiocircolatorio a stroncargli la vita nel cuore della notte. Comini che era conosciuto col nome di Paul Mellory aveva 43 anni e oltre a essere un musicista era anche produttore e regista di videoclip musicali.

Omar Pedrini: Ti sia lieve la terra, rocker

Tanti i messaggi di cordoglio che da ieri amici, parenti e colleghi stanno inviando e condividendo sui social. Mellory aveva da poco anche avviato uno studio di registrazione con Ronnie Amighetti e l’amico Paolo Fappani, Le KlubHause, vicino alla Latteria Molloy dove cui era molto conosciuto. "Una brutta notizia da Brescia. Sono vicino ai ragazzi della Latteria Molloy, a Paolo Blodio in particolare e alla sua famiglia e fidanzata – scrive il musicista Omar Pedrini su Facebook – grande tifoso del Brescia Calcio BSFC, allo stadio la tua voce e il tuo basso li sentiremo da lassù. Ti sia lieve la terra, rocker". Lascia la compagna Manuela e i familiari e il suo funerale sarà celebrato domani, sabato 12 gennaio, alle 15 nella chiesa di Castel Mella.