Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

A Brescia una donna di 57 anni è stata trovata morta nella sua abitazione. È successo nella notte tra mercoledì 16 e giovedì 17 ottobre, dopo che il fratello della donna, preoccupato perché non aveva sue notizie da tre giorni, ha lanciato l'allarme contattando le forze dell'ordine. Nell'appartamento di via Cagliari sono intervenuti gli agenti della polizia di Stato e i vigili del fuoco di Brescia, che dopo aver sfondato la porta hanno trovato il corpo senza vita della donna, probabilmente deceduta da diverse ore.

Morto un ragazzo di 31 anni: anche lui ritrovato senza vita in casa

Solo mercoledì sera c'era stato un episodio simile, sempre a Brescia, dove un ragazzo di 31 anni è stato ritrovato senza vita nell'appartamento che condivideva con un coinquilino in via Fornaci. A ritrovarlo è stato proprio il coinquilino che appena si è reso conto del decesso, intorno alle 22.00 ha chiamato il 112. I soccorsi sono intervenuti in poco tempo: sul posto si sono precipitate due ambulanze e gli uomini della polizia di Stato.

Le autopsie sui corpi

In entrambi i casi di decesso la magistratura ha disposto gli esami autoptici. Da quanto risulta, sui cadaveri non sono stati rinvenute tracce di violenze o colluttazioni. Anche all'interno delle case non sono stati trovati particolari indizi che possano far pensare a un decesso provocato da terze persone. La donna di 57 anni era malata da diverso tempo, ma è ancora da accertare se la sua morte sia dovuta o meno al peggiorare della malattia. Nel caso del 31enne invece, il coinquilino che lo ha ritrovato riverso a terra senza vita ha pensato inizialmente che potesse trattarsi di un collasso dovuto all'alcool, del quale era dipendente. Ma anche in questo caso sarà l'autopsia a chiarire le cause del decesso.