Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Due episodi ravvicinati di cedimenti sospetti all'interno di edifici scolastici in provincia di Brescia. Le strutture interessate sono: l'istituto superiore Giovanni Falcone di Palazzolo sull'Oglio e la scuola materna Gianni Rodari di Desenzano del Garda. A Palazzolo, nella mattinata di lunedì 14 ottobre, il personale scolastico ha rinvenuto pezzi di soffitto sulle scale dell'istituto, crollati prima dell'inizio delle lezioni, probabilmente durante il fine settimana. Nel caso di Desenzano invece, al momento del cedimento erano presenti quattro bambini, che fortunatamente ne sono usciti illesi.

Il crollo di Palazzolo sull'Oglio

Dopo aver scoperto le tracce di soffitto e intonaco sulle scale, il personale scolastico di Palazzolo ha allertato i vigili del fuoco e i tecnici del Comune e della Provincia di Brescia. Le scale sono state messe in sicurezza, dopo che gli accertamenti hanno stabilito che i crolli non sono stati causati da cedimenti strutturali. I 1400 studenti dell'istituto hanno proseguito con l'orario scolastico senza essere evacuati proprio perché la struttura è stata considerata sicura.

Il crollo di Desenzano del Garda

Nel caso di Desenzano del Garda i rilievi dei tecnici hanno stabilito invece che i cedimenti sono stati causati dal cattivo stato di conservazione della pignatta, l'elemento che va a comporre i solai del soffitto. Secondo quanto ricostruito, il deterioramento sarebbe stato causato da alcune infiltrazioni, che hanno poi provocato la caduta di calcinacci e altri pezzi di intonaco nelle classi. I quattro bambini che erano presenti in aula al momento del crollo non hanno fortunatamente riportato conseguenze a livello fisico.