Il fiume Mella (Immagine di repertorio)
in foto: Il fiume Mella (Immagine di repertorio)

Il cadavere di un uomo è stato trovato in un'auto parcheggiata in una traversa di via Orzinuovi, a Brescia. Il ritrovamento risale alla giornata di ieri, mercoledì 13 novembre, attorno a mezzogiorno. Il cadavere, che appartiene a un cittadino di origine stranieram era in una vettura parcheggiata nel quartiere Chiesanuova, affianco al fiume Mella. A notarlo sarebbe stato un passante, che ha subito chiamato il 112: sul posto sono intervenute un'ambulanza e un'automedica inviate dall'Azienda regionale emergenza urgenza ma per l'uomo non c'era ormai più niente da fare.

Tra le ipotesi un malore o un gesto volontario

Anche una volante della questura di Brescia si è recata sul luogo del ritrovamento per i primi rilievi utili a chiarire le circostanze della morte del 50enne. Sembra che il cadavere fosse lì da ore o giorni, ma sia stato notato solo dopo un consistente lasso di tempo. Al momento è mistero sulle cause della morte, anche se due sono le ipotesi più plausibili seguite dalla polizia: la prima è che l'uomo possa essere stato colto da un malore fatale che non gli ha lasciato nemmeno il tempo di chiedere aiuto. La seconda, più drammatica, è che il 50enne possa essersi suicidato. Sembra che solo pochi giorni fa, infatti, gli fosse stata diagnosticata dopo un ricovero in ospedale una malattia incurabile: l'uomo potrebbe non aver retto alla drammatica notizia decidendo di togliersi la vita. Saranno comunque gli accertamenti del medico legale ad aiutare gli investigatori della polizia di Stato, impegnati a fare luce sulla vicenda.