(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Una donna di 67 anni, Maria Luisa Chiaf, è morta in ospedale 11 mesi dopo un incidente che le aveva lasciato gravi conseguenze a livello fisico. La vittima, originaria a Borgosatollo, in provincia di Brescia, il 22 dicembre dello scorso anno, mentre andava in bicicletta, era stata travolta da un'auto. Era stata portata d'urgenza in ospedale, dove era rimasta in coma per diverso tempo. Poi il risveglio e un lungo percorso di riabilitazione che non si era mai interrotto. Un mese fa, come riporta la testata "Bresciatoday", Maria Luisa Chiaf era rimasta vittima: col marito aveva perso la persona che in questi ultimi mesi l'aveva assistita costantemente. Da alcuni giorni la donna si trovava in una struttura sanitaria specializzata nella lungodegenza: le sue condizioni di salute sembravano buone, ma lo scorso sabato sono improvvisamente peggiorate, fino al decesso.

La procura ha disposto accertamenti sulle cause del decesso

Sulla morte della 67enne la procura sta conducendo accertamenti: l'obiettivo è capire se, anche se sono passati 11 mesi, il decesso possa essere in qualche modo riconducibile al grave incidente stradale del dicembre 2018. Saranno gli esami medico-legali già effettuati a chiarire con certezza le cause della morte di Maria Luisa: ad aspettare i risultati sono soprattutto i due figli, che assieme agli altri parenti e a tutti gli amici della donna la saluteranno un'ultima volta venerdì pomeriggio durante i funerali nella chiesa parrocchiale di Borgosatollo. Solo dopo che il quadro sarà chiarito la procura potrà valutare di aprire un'inchiesta per omicidio stradale.