immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Macabro ritrovamento questa mattina, mercoledì 2 ottobre, a Bergamo: una passante ha scoperto il corpo senza vita di un uomo di 35 anni. A dare l'allarme è stata una donna che in quel momento era impegnata in lavori di pulizia nei pressi del luogo dove si trovava il corpo. Il ritrovamento del cadavere è avvenuto intorno alle sette in viale Papa Giovanni XXIII, in una zona non molto distante dal centro cittadino e dalla stazione. Sul corpo del defunto non sono stati trovati segni di violenza che potessero fare pensare a un omicidio o a una morte violenta. Secondo gli agenti della polizia locale e della questura accorsi sul posto si tratterebbe di un decesso per cause naturali.

Un caso ancora da chiarire

Stando ai primi rilievi, l'uomo di 35 anni che questa mattina è stato trovato accasciato a terra in viale Papa Giovanni a Bergamo, sarebbe deceduto nella notte tra martedì 1 e mercoledì 2 ottobre. Si parla di decesso per cause naturali, ma non è ancora chiaro quale sia il motivo per cui il corpo senza vita dell'uomo si trovasse in quel momento in strada, all'altezza del civico 23, poco distante dalla sede del quotidiano locale "L'Eco di Bergamo". Della vittima si sa che si trattava di un uomo di origini indiane. Sul posto, oltre alle forze dell'ordine, sono intervenuti anche un'ambulanza e un'automedica inviate dall'Azienda regionale emergenza urgenza. Gli equipaggi del 118 non hanno però potuto fare altro che accertare la morte del 35enne.