Il neosindaco di Chignolo d’Isola Ramon Crespolini
in foto: Il neosindaco di Chignolo d’Isola Ramon Crespolini

"Oggi mi sono autodenunciato sia telefonicamente che via email alla polizia locale di Chignolo d'Isola in quanto questa mattina dalle ore 9.45 alle ore 11.30 ho sostato erroneamente fuori dagli spazi in piazza Papa Giovanni XXIII e precisamente sul passo pedonale di accesso allo stabile del Bar e del Tabacchi". Ci sono i politici che approfittano dei piccoli e grandi privilegi che una posizione di potere a volte può portare, e quelli che decidono di essere i più severi giudici di loro stessi. È il caso di Ramon Crespolini, appena eletto sindaco di Chignolo d’Isola, in provincia di Bergamo, che si è autodenunciato ai vigili urbani della sua città per avere parcheggiato e lasciato per quasi due ore la sua auto in una posizione dove non avrebbe dovuto metterla. Quando si è accorto dell'errore commesso, il neosindaco ha deciso di dare il buon esempio e autoinfliggersi la multa.

Candidato con la Lega, alle elezioni comunali ha vinto per un voto di scarto

Il primo cittadino, candidato con la Lega, ha vinto per un solo voto le elezioni comunali del 26 maggio (595 voti contro i 594 ottenuti dal candidato Domenico Mazzola della lista civica Futuro e tradizione). "Mi scuso con la popolazione per eventuali problemi che la mia auto vi possa aver creato e vi assicuro che la cosa non accadrà mai più", ha scritto il primo cittadino nel gruppo su Facebook "Sei di Chignolo se…" per spiegare a tutti i concittadini le ragioni del suo gesto e promettere che non ricapiterà più.