Le armi sequestrate al 26enne –questura di Vercelli
in foto: Le armi sequestrate al 26enne –questura di Vercelli

In auto aveva una spranga di ferro e un tondino lungo mezzo metro e in casa un fucile a canne mozze con matricola abrasa, cartucce pallettone, una mazza da baseball e una spada lunga novanta centimetri. Un 26enne di Robbio, provincia di Pavia, è stato arrestato per detenzione illegale di arma clandestina, porto abusivo di oggetti atti ad offendere, ricettazione, ma anche minacce gravi. Le indagini sul suo conto, infatti, sono cominciate dopo la denuncia della sua ex fidanzata, che lui aveva minacciato e molestato anche dopo la fine del loro rapporto.

Ragazzo minaccia la ex, aveva una sciabola e un fucile a canne mozze

Con una chiamata alla sala operativa della questura di Vercelli, la giovane donna ha chiamato spaventata per le minacce del ragazzo. Ha raccontato agli agenti che l'ex l'aveva aspettata fuori dal luogo di lavoro e che il giorno prima aveva addirittura schiaffeggiato un suo amico credendo che fosse il nuovo fidanzato. Due squadre dell'ufficio prevenzione sono arrivati sul posto e hanno individuato e perquisito l'automobile del 26enne. All'interno, sotto il tappetino del sedile lato passeggero, c'era un tondino di ferro, e una spranga di ferro è stata trovata nel vano del ruotino di scorta. Come detto in casa è stato trovato un fucile a canne mozze calibro 12, cartucce, una sciabola affilata e una mazza da baseball. Il ragazzo è stato arrestato in flagrante per i reati già menzionati in precedenza. L'arresto è stato convalidato poche ore dopo dall'autorità giudiziaria.