La droga rinvenuta in uno stabile a Ranica
in foto: La droga rinvenuta in uno stabile a Ranica

Da qualche tempo era sorvegliato dagli agenti della polizia di Stato, l'uomo di 34 anni che è stato arrestato nella mattinata di venerdì 13 settembre a Ranica, in provincia di Bergamo, con l'accusato di spaccio di sostanze stupefacenti. I controlli erano scattati dopo diverse segnalazioni da parte dei cittadini, insospettiti da insoliti movimenti nei paraggi di uno stabile nella zona: tramite appostamenti le forze dell'ordine hanno accertato la presenza di una serra all'interno dello stabile, dove oltre all'uomo accusato di spaccio, c'erano anche altre persone. Una volta usciti dall'edificio i tre uomini sono stati perquisiti dai poliziotti: i due "ospiti" del 34enne sono stati trovati in possesso rispettivamente di 16,7 grammi di marijuana e mezzo grammo di cocaina, una detenzione illegale di stupefacenti che costerà a entrambi una sanzione amministrativa.

Arrestato a Ranica per spaccio: era in possesso di diversi tipi di droga

Dopo aver fatto irruzione nello stabile poi la polizia di Stato ha rinvenuto in totale 233 grammi di marijuana, 6,53 grammi di cocaina, 3 francobolli di droga sintetica «LSD», 116 semi di canapa per la coltivazione della marijuana e 494 grammi di sostanza vegetale derivata dalle 28 piantine di marijuana rinvenute. Proprio per questi quantitativi, il 34enne è stato messo in manette con l'accusa di spaccio di stupefacenti. Oltre a quanto già riportato, nello stabile sono state trovate anche due lampade alogene, un tubo termosaldato, un condizionatore e altro materiale per la coltivazione e la vendita, come il bilancino di precisione per smerciare droga al dettaglio.