Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Lo hanno fermato all'aeroporto di Milano Malpensa, era appena sceso da un volo proveniente dal Sudan: lui, un uomo di 30 anni di nazionalità nigeriana, ha attirato da subito l'attenzione della guardia di finanza presente come spesso accade ai controlli presso lo scalo aeroportuale. Inoltre Cafù, il pastore tedesco antidroga dei finanzieri, si è subito avvicinato all'uomo facendo così alimentare i sospetti da parte dei finanzieri che così lo hanno fermato.

La Tac ha evidenziato gli 82 ovuli di cocaina

A quel punto l'uomo si è innervosito e ha iniziato a rispondere con fare impaurito alle domande dei finanzieri che hanno così deciso di approfondire la cosa. Trasportato nel vicino ospedale di Gallarate è stato sottoposto a una Tac che ha evidenziato immediatamente la presenza di numerosi ovuli nello stomaco del 30enne, presumibilmente ingeriti prima della partenza verso Milano.

A questo punto gli ovuli, 82 per la precisione, tutti contenenti eroina, per un totale di circa 1,2 chilogrammi di droga, sono stati sequestrati. Mentre l'uomo, regolarmente residente in Italia, in provincia di Avellino, è stato arrestato e trasferito immediatamente in carcere su del sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Busto Arsizio. L'operazione è stata effettuata in collaborazione con il personale dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.