Poteva costare cara, a un 65enne italiano residente a Sesto San Giovanni, alle porte di Milano, la dipendenza per il gioco d'azzardo. Mercoledì notte l'anziano ha tentato di suicidarsi dopo aver dilapidato il suo intero stipendio giocando a poker online. Dopo aver perso ogni centesimo dei soldi appena accreditati l'uomo è uscito dal suo appartamento salutando la moglie. Poi si è appartato in auto da solo, in una zona periferica ai confini con Cinisello Balsamo, col motore acceso e i finestrini chiusi, in maniera che i fumi di scarico invadessero l'abitacolo. Alla consorte ha mandato un sms, dicendole di volerla fare finita.

Perde lo stipendio al poker online e tenta il suicidio

L'ennesimo episodio di dipendenza dal gioco d'azzardo è stato raccontato dal Corriere della sera. La moglie del 65enne, già preoccupata perché non vedeva rientrare il marito, quando ha ricevuto l'sms è subito corsa al commissariato di Sesto insieme alla cognata. Gli agenti hanno dovuto lottare contro il tempo per rintracciare il 65enne. Ci sono riusciti risalendo dal cellulare dell'uomo alla zona dove aveva parcheggiato la sua vettura, che quando sono arrivati era già completamente invasa dai fumi di scappamento. I poliziotti sono riusciti a entrare nell'auto dal bagagliaio, estraendo l'uomo dall'abitacolo. Il 65enne è stato trasportato all'ospedale Niguarda di Milano, dove è stato messo nella camera iperbarica: adesso è fuori pericolo.

Il tentato suicidio è arrivato al culmine di una ludopatia che si protraeva ormai da anni. Invano la moglie e la sorella dell'uomo avevano provato a farlo smettere di giocare a tutto ciò che comportasse l'azzardo: lotterie, videopoker e altri giochi, soprattutto online. Adesso si spera che, dopo il tentativo di suicidio, l'uomo possa rivolgersi ai centri che curano le dipendenze per provare a uscire da un tunnel pericoloso.