184 CONDIVISIONI
20 Giugno 2017
17:03

Anche a Milano la Festa della musica: il 21 giugno concerti diffusi, yoga e tuffi in notturna

Mercoledì 21 giugno, solstizio d’estate, anche Milano celebrerà la Festa della musica, iniziativa nata in Francia nel 1982. Piazze e musei della città si trasformeranno in palchi e ospiteranno concerti gratuiti. La giornata si aprirà con le lezioni e meditazioni di gruppo dell’International yoga day e si concluderà con un tuffo in notturna ai Bagni misteriosi, l’ex piscina Caimi.
A cura di F.L.
184 CONDIVISIONI

Milano festeggerà il solstizio d'estate all'insegna delle musica, dello yoga e dell'armonia. Torna infatti anche nel capoluogo lombardo per il quarto anno la “Festa Europea della Musica”, iniziativa internazionale nata nel 1982 dall’idea dell'allora ministro francese per la Cultura Jack Lang. In poche settimane il ministro, partendo dal dato che cinque milioni di persone suonavano uno strumento musicale, mise a punto una grande manifestazione popolare gratuita con la musica protagonista: la Fête de la Musique, organizzata per la prima volta il 21 giugno del 1982.

Da allora l’iniziativa si è diffusa rapidamente in tutta Europa. In Italia, la Festa della musica è promossa dal Mibact e coordinata da Aipfm (Associazione italiana per la Promozione della Festa della Musica), si svolge in tutte le regioni e in molte città. A Milano piazze, parchi, musei, spazi pubblici e privati si trasformeranno in altrettanti palchi per ospitare la musica in ogni suo genere: dall’elettronica al jazz, dal pop alla classica.

I concerti sui Tgv per Parigi

Decine i concerti gratuiti aperti a milanesi e turisti. Tra le novità di quest'anno, una festa "viaggiante": il 21 e 22 giugno lungo le vetture del TGV che collega Milano a Parigi ci saranno concerti live con alcuni classici del jazz e alcuni brani celebri di musica classica, improvvisazioni e giochi musicali a premi. I musicisti (una tromba, due flauti e un clarinetto) sono studenti della Civica Scuola di Musica di Milano “Claudio Abbado”, e in particolare dei corsi di jazz diretti da Enrico Intra. Il progetto si inserisce nell’ambito del Protocollo d’intesa tra il Comune di Milano e Sncf, società nazionale delle ferrovie francesi, ed è realizzato in collaborazione con Atout France Milano.

La festa al "mare culturale urbano"

In città i set principali della Festa sono molti e diffusi: il programma completo si possono consultare il sito ufficiale della Festa Europea della Musica e quello del Comune di Milano all'indirizzo: www.comune.milano.it/Estate2017. Tra i luoghi che ospiteranno concerti piazza Affari, la Darsena, piazza XXV Aprile, piazza Gae Aulenti, piazza Castello, il Mudec, la Gam e i musei e i cortili del Castello Sforzesco. Il "Mare culturale urbano" nella zona di via Novara approfitterà del solstizio d'estate per inaugurare la stagione estiva con una grande festa a ingresso libero. Dalle ore 18 negli spazi all’aperto tra il cortile della cascina e la piazza di Cenni di Cambiamento si celebrerà il solstizio con un susseguirsi di interventi: la serata prenderà il via con l’esibizione live dei ragazzi e delle ragazze del laboratorio di rap Unity insieme alla Corale Polifonica Sforzesca, due gruppi in residenza artistica a mare coordinati per l’occasione da Cesare Picco; e proseguirà con la performance site specific di Francesca Chiacchio, “Noi, tondi pirotecnici”, realizzata con gli/le abitanti di Cenni di Cambiamento. A seguire, si terrà la prima nazionale dello spettacolo “Allora lo facciamo noi!” della compagnia olandese Wunderbaum, per poi lasciare la scena allo speciale dj set di un ospite d’eccezione, Frankie hi-nrg mc.

Al Mudec il progetto "Teofonia" per l'armonia interreligiosa

Al Mudec, il Museo delle Culture dedicato al dialogo interculturale, farà tappa in Auditorium il progetto “Teofonia: note di fedi per un’unica armonia”, organizzato insieme alla Coreis (Comunità Religiosa Islamica) Italiana e all’Unione Induista Italiana e inaugurato nel febbraio 2015 presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri a Roma in occasione della World Interfaith Harmony Week, la settimana mondiale dell’armonia interreligiosa promulgata dall’Onu. Il programma prevede letture e recitazioni di passi tratti dalle sacre Scritture delle tradizioni religiose che introducono un momento artistico, in cui si avvicendano varie espressioni musicali come la musica islamica e la danza classica indiana, grazie al coinvolgimento del quintetto musicale islamico Sukun Ensemble e della danzatrice Atmananda con il gruppo della Talavidya Academy.

Nelle piazze cittadine ci sarà spazio per le band emergenti e indipendenti. Il programma, realizzato in collaborazione con i Distratti e Musicraiser.com, piattaforma leader nel crowdfunding musicale e servizi "direct to fan", presenterà proposte musicali provenienti da tutta Italia selezionate tra le campagne di maggior successo del portale. In Piazza del Cannone, presso la Locanda alla Mano, dalle ore 18 alle 23, palco aperto con la No Singer Band. Uno speciale karaoke con musica dal vivo per cantare ma anche suonare, con gli strumenti della band, un repertorio di 130 brani famosi tra cui scegliere.

Il Castello Sforzesco, in collaborazione con la Fondazione “Antonio Carlo Monzino”, offrirà a tutti i visitatori dei suoi musei 5 momenti musicali nelle sale più suggestive la mattina fra le ore 11.30 e le 12.30 e il pomeriggio fra le ore 15 e le 16. Piccole formazioni da camera, composte da 3-4 elementi o da musicisti solisti suoneranno negli spazi del Museo d'Arte Antica, del Museo dei mobili e della scultura lignea, e nelle sale del Museo degli Strumenti Musicali. L'ingresso è possibile con il biglietto dei musei (euro 5 intero/euro 3 ridotto, gratuito under 18). In serata invece, sul palco allestito nel Cortile delle Armi – dove ogni sera va in scena uno spettacolo dell’Estate Sforzesca – l’Orchestra della Civica Scuola di Musica “Claudio Abbado”, diretta dal maestro Renato Rivolta, eseguirà musiche di Schumann, Schubert e Mendelssohn.

La Fanfara dei carabinieri all'Archivio di Stato

Nell’ambito delle iniziative promosse per Festa della musica si esibirà anche la Fanfara del 3° Reggimento Carabinieri “Lombardia”, diretta dal Maresciallo Ordinario Andrea Bagnolo. Domani alle ore 20 è in programma un concerto gratuito nel prestigioso scenario del cortile dell’Archivio di Stato di Milano, in via Senato 10. Saranno eseguiti una serie di brani: dall’Inno nazionale alla “Fedelissima”, marcia d’ordinanza dell’Arma dei Carabinieri, passando per brani di musica classica e operistica, canzoni storiche e colonne sonore, come “Habanera”, “Il barbiere di Siviglia”, “Ritorna vincitor”, “Macbeth”, “Coro dei gitani”, “Summertime”, “Non ti scordar di me”, “La Grande Guerra” e “Mission”, alcuni dei quali saranno eseguiti con l’accompagnamento vocale del soprano Daniela Stigliano.

L'International yoga day e i tuffi di notte ai Bagni misteriosi

Ma non ci sarà spazio solo per la musica: la giornata di domani si aprirà infatti alle 5.15 del mattino con l'International Yoga day, che si svolgerà nel Giardino delle sculture della Triennale. Fino a sera sono in programma sessioni di meditazione, esercizi e lezioni di yoga di gruppo. Per concludere la giornata, invece, è in programma un concerto ai Bagni Misteriosi del teatro Franco Parenti, l'ex piscina Caimi. Alle 21 si esibiscono l'artista statunitense Craig Leon e il quartetto d'archi Le Cameriste Ambrosiane. Una volta terminato il concerto, il pubblico potrà tuffarsi in piscina, per inaugurare la stagione a prezzi calmierati (la piscina è aperta dal 31 maggio).

184 CONDIVISIONI
Milano vive due giorni di festa, sport, musica e benessere al parco Sempione con Party like a Deejay
Milano vive due giorni di festa, sport, musica e benessere al parco Sempione con Party like a Deejay
Ai Quartieri Spagnoli festa coi botti illegali e musica neomelodica
Ai Quartieri Spagnoli festa coi botti illegali e musica neomelodica
Come partecipare al concerto di Fedez e J Ax oggi in piazza Duomo a Milano
Come partecipare al concerto di Fedez e J Ax oggi in piazza Duomo a Milano
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni