La protezione civile regionale ha diramato un'allerta meteo gialla a Milano e in Lombardia per l'arrivo di un'ondata di maltempo che porterà temporali, nubifragi e vento in pianura, ma anche neve in montagna. L'allerta è stata diramata a partire dalle 18 di giovedì 7 novembre e fino alle 6 di sabato 9 novembre.  A rischio il nodo idraulico del capoluogo, dove è stato attivato il monitoraggio dei fiumi Seveso e Lambro, gran parte della pianura, delle zone prealpine e dei laghi. In Val Camonica, Valchiavenna e Valtellina attesa neve anche a bassa quota.

A Milano attivato il monitoraggio dei fiumi Seveso e Lambro

Il Comune di Milano ha disposto l’attivazione del centro operativo comunale a partire dalle ore 20 di oggi, giovedì 7 novembre. È prevista infatti una intensificazione delle piogge a partire da stasera e per tutta la notte ed è scattata l'allerta gialla. Parte quindi il monitoraggio dei livelli dei fiumi Seveso e Lambro e l’attivazione delle squadre di protezione civile e delle pattuglie della polizia locale. Anche la squadra del servizio idrico Mm sarà pronta a intervenire in caso di necessità.

Piogge e temporali: allerta gialla per rischio idraulico, idrogeologico e vento

Il bollettino della protezione civile prevede un'allerta gialla per rischio idraulico, idrogeologico e vento. La presenza di una vasta saccatura tra isole britanniche e Francia, si legge, provocherà un rapido peggioramento del tempo nella giornata di oggi, 7 novembre, con precipitazioni che gradualmente a partire dal pomeriggio coinvolgeranno tutti i settori della regione. Una netta intensificazione dei fenomeni è prevista nel corso della serata in particolare sulla fascia prealpina e di alta pianura. Possibilità di piogge intense sull'Appennino.

Domani, venerdì 8 novembre, nuove piogge sono attese su settori alpini, prealpini e più irregolarmente sulla pianura. Rinforzi di vento da est sulla pianura orientale tra la tarda serata odierna e la mattinata di venerdì, da nord-est sulle coste del Lago di Garda, con raffiche fino a 50-70 chilometri orari. Per sabato previste residue precipitazioni nelle prime ore sull'area alpina. Possibile ripresa delle piogge, generalmente deboli, nel pomeriggio sulla pianura orientale.

Allerta neve in Valcamonica, Valtellina e Valchiavenna

Allerta gialla anche per neve in Valcamonica, Valtellina e Valchiavenna e sulle Prealpi bergamasche. Nevicate da deboli a moderate a partire dal pomeriggio di oggi e per tutta la giornata di domani, venerdì 8 novembre. Quota neve variabile ma generalmente compresa tra 800-1200 metri sull'area alpina, tra 1200 e 1500 metri su quella prealpina. Sull'Appennino quota neve in calo dai 1700 di oggi ai 1200-1400 metri di domani. Tra gli 800 e i 1200 metri sono attesi accumuli mediamente compresi tra 5-15 cm. Attesi generalmente 30-50 cm oltre i 1800 metri su gran parte dei settori alpini e prealpini. Possibilità di temporanei accumuli oltre i 1000-1100 metri sulle zone prealpine e Oltrepò. Per sabato 9 novembre previste residue deboli nevicate fino alle prime ore del mattino.