Sono passati dieci anni da quando Milano ha dato l'ultimo saluto ad Alda Merini. La grande poetessa e scrittrice dalla personalità eclettica e dirompente, scomparsa il 1 novembre del 2009, ha lasciato un segno indelebile sulla cultura e la società meneghina. Nel decennale dalla morte la città ha deciso di dedicare una serie di iniziative per ricordarla, tra cui quella di intitolarle un ponte sul Naviglio Grande vicino alla sua abitazione in Ripa di Porta Ticinese angolo via Corsico.

Alda Merini, intitolato ponte sul Naviglio a dieci anni dalla morte

La cerimonia di intitolazione del ponte da parte dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno si terrà il prossimo 6 novembre alle ore 10.30. Promosso e coordinato da comune di Milano e Associazione Alda Merini, il programma è realizzato in collaborazione con Associazione Casa delle Artiste, Casa Museo Boschi-Di Stefano e comune di Brunate. Il programma ha già preso il via lo scorso 2 ottobre con l’inaugurazione della mostra Alda Merini e Alberto Casiraghy, ma le iniziative proseguiranno fino al 18 novembre.

Le iniziative per ricordare la poetessa

Il 28 e 29 ottobre, presso la sala napoleonica della Statale, si svolgerà il Convegno dal titolo “Io sono una città nera/e una rondine notturna. Alda Merini, poeta di Milano”, il primo a lei dedicato con relazioni di autorevoli studiosi e tavole rotonde, promosso dall’Università degli Studi e dall’Associazione Alda Merini con il contributo di Regione Lombardia. Nel giorno dell’anniversario della morte, il 1 novembre, la Casa delle Arti-Spazio Alda Merini organizza una serie di iniziative: l’inaugurazione di Alda: tratti e ritratti, esposizione collettiva di opere pittoriche e scultoree dedicate ad Alda Merini, un reading e, per finire, una ‘fiaccolata poetica' fino al Ponte sul Naviglio, luogo simbolo della sua esistenza e della sua poesia.

Il 5 novembre, nel chiostro Nina Vinchi del Piccolo Teatro di via Rovello, si terrà la  Maratona Merini organizzata dall’Associazione Alda Merini in collaborazione con il Piccolo Teatro; e l’inaugurazione della mostra Genio e poesia. Alda Merini nelle immagini di Giuliano Grittini, l’amico fotografo che ne ha colto l’anima in moltissime foto-ritratto. Le celebrazioni del decennale Alda Merini si concluderanno nella Chiesa di San Marco il 18 novembre con un nuovo allestimento del suo Poema della croce, opera sacra per voce solista, coro e orchestra, regia di Beppe Menegatti e scenografie di Henry Timi, organizzato dall’Associazione Alda Merini con il patrocinio dell’Arcidiocesi di Milano.