Lo scippatore in azione
in foto: Lo scippatore in azione

Lunedì mattina aveva inseguito una donna nel portone della sua abitazione, a Sesto San Giovanni, aggredendola in maniera fulminea e scippandola della collana. Pochi minuti dopo il malvivente, un 42enne di nazionalità egiziana, aveva scippato un'altra donna, sempre nella popolosa cittadina a nord di Milano e con lo stesso modus operandi. Il 42enne non aveva però fatto i conti con una telecamera installata nell'abitazione della prima vittima, che puntata verso il portoncino d'ingresso aveva ripreso tutta la scena. Le immagini, assieme alla dettagliata descrizione dell'uomo fatta dalle vittime, hanno portato l'indomani al fermo del responsabile dei due scippi. L'uomo è stato rintracciato dagli agenti del commissariato di Sesto San Giovanni martedì mattina alle 7.30 mentre si trovava in via Unità d’Italia in compagnia di uno straniero con precedenti di polizia. Il 42enne è stato accompagnato in commissariato, dove ha ammesso le proprie responsabilità. Anche lui era già noto alle forze dell'ordine: in passato si era reso responsabile di furto aggravato, rapina, utilizzo indebito di carte di credito ed evasione e solo lo scorso 18 aprile era uscito dal carcere di Monza. Inoltre, il 42enne in passato aveva fornito ben nove diverse identità, utilizzando documenti falsi. Per l'uomo, tra l'altro senza permesso di soggiorno, è stato convalidato il fermo e il pubblico ministero ha disposto la misura cautelare in carcere, in attesa del processo. Probabile adesso che per il 42enne possa anche scattare l'espulsione.