È stato operato al cranio nella notte e resta ricoverato in ospedale in condizioni gravissime il panettiere di 48 anni che lunedì sera è rimasto ferito dopo essere intervenuto per difendere una donna, aggredita con un coltello dal suo ex compagno al culmine di una discussione. È successo a Busto Garolfo, nella città metropolitana di Milano, in mezzo alla strada e davanti agli occhi dei passanti.

Busto Garolfo, accoltella la ex compagna: arrestato per tentato omicidio

I carabinieri hanno arrestato con l'accusa di tentato omicidio l'ex della donna, un operaio pregiudicato di 26 anni, tunisino. Tutto è iniziato da una discussione tra l'operaio e la 24enne, che era insieme al nuovo fidanzato, in merito all'affidamento del figlio nato dalla relazione conclusa. I tre di erano dati appuntamento davanti a un supermercato per parlare, ma la lite è rapidamente degenerata in rissa.

Gravissimo il panettiere intervenuto per sedare la rissa: non è chiaro chi lo abbia spinto a terra

Il 26enne ha colpito la donna con due coltellate al collo la ex compagna. Il compagno di lei ha reagito con calci e pugni, rompendogli il naso, ed è stato denunciato per lesioni personali. A quel punto si è fatto avanti un uomo di 48 anni, panettiere del supermercato, per provare a calmare gli animi. Nella concitazione è stato spinto a terra – non è stato ancora chiarito da chi e con quale dinamica – e ha battuto violentemente la testa sul marciapiede. Trasportato in elicottero all'ospedale di Lecco in codice rosso, resta ricoverato in gravi condizioni.