Il Salone della Cultura (Foto da Facebook)
in foto: Il Salone della Cultura (Foto da Facebook)

Milano è pronta a ospitare la quarta edizione del Salone della Cultura. Il 18 e il 19 gennaio andrà in scena uno degli appuntamenti più attesi dell'anno da tutti gli appassionati e dai professionisti del settore librario. L'evento sarà allestito negli spazi di Superstudio in via Tortona, in un'area di circa 12mila metri quadri che sarà occupata da mostre, conferenze, eventi, laboratori e workshop. Le precedenti edizioni hanno saputo coinvolgere oltre 90mila visitatori, un successo di pubblico che gli organizzatori sperano di raggiungere anche nel corso di quest'anno. In esposizione oltre 500mila titoli, tra cui sarà possibile trovare anche alcuni pezzi rari dal valore inestimabile come il "Giornale circostanziato di quanto ha fatto la Bestia Feroce nell’Alto milanese dai primi di Luglio dell’anno 1792 sino al giorno 18 settembre", che racconta la vicenda realmente accaduta a un lupo che a fine ‘700 seminò il terrore nei territori del milanese.

Come sarà strutturato il Salone

I visitatori del Salone della Cultura avranno modo di muoversi liberamente per i vari spazi del Superstudio, divisi per l'occasione in tre sezioni principali: Editoria, Libri d'occasione e Librai Antiquari. Nella prima delle tre sezioni citate sarà possibile trovare un po' di tutto: dalla narrativa ai libri per bambini, passando dalla saggistica e dai libri d'arte. L'area dedicata ai libri d'occasione è una delle mete più amate dagli appassionati, dove si possono trovare testi di assoluta qualità a basso prezzo, per i collezionisti invece ci sarà la possibilità di sbizzarrirsi nella sezione dei libri antiquari organizzata dall'Associazione librai antiquari italiana (Alai). Il Salone resterà aperto sabato 18 e domenica 19 gennaio dalle 10 alle 19.30. L'ingresso è gratuito per i minori di 16 anni, mentre per tutti gli altri il biglietto di ingresso ha un costo di 5,4 euro in prevendita.

Le conferenze in programma

Il programma del Salone della Cultura prevede un ciclo di conferenze in grado di toccare svariati argomenti: dal mondo del collezionismo al femminile alla storia del patrimonio bibliografico nazionale, fino ad arrivare a parlare delle prime stampe del manifesto del Futurismo e dello stato della cultura nei giornali italiani. A questo ultimo appuntamento parteciperanno Luigi Mascheroni del "Giornale", Stefano Biolchini del "Sole 24 Ore", Pierluigi Lucioni del "Corriere della Sera" e Claudio Gallo de "La Stampa". A chiudere la due giorni è invece previsto un dialogo dal titolo "La cultura innanzitutto!" a cui parteciperanno il filosofo Umberto Galimberti e il giornalista Armando Torno.

Le mostre in programma

Sono tante anche le esposizioni che verranno allestite all'interno del Superstudio nel corso del Salone della Cultura. Tra gli appuntamenti in programma spicca la mostra dedicata alla poetessa Alda Merini "Il verso d'amore sul Naviglio". Un'ulteriore occasione per ricordare l'artista milanese nel decennale della scomparsa attraverso la sua intera produzione letteraria. Restando sempre nell'ambito della poesia, è stata organizzata "Carlo Porta in 200 meno 1 – Carlo Porta e la sua Milano : in onore del poeta meneghino a quasi 200 anni dalla sua morte, da qui il titolo ironico della mostro a lui dedicata. Spazio anche all'arte internazionale, con le opere di Shepard Fairey, conosciuto anche con il nome d’arte Obey, considerato uno dei più grandi street artist statunitensi. Il mondo della fotografia sarà rappresentato invece di Pino Settani, in mostra con : "Pino Settanni: ritratti in nero con oggetto". Altre esposizioni da non perdere saranno: " Le avventure di Pinocchio. Illustrato da Fabio Sironi",  "Il porto dell’amore". Rivolta e poesia di Fiume dannunziana" e infine la mostra organizzata da Fondazione M3 "I protagonisti della dolce vita", una raccolta fotografica di ritratti iconici realizzati ai grandi volti degli anni d’oro del cinema italiano realizzata da Elio Luxardo.