Il progetto del museo nazionale della Resistenza a Milano
in foto: Il progetto del museo nazionale della Resistenza a Milano

Nascerà a Milano il Museo nazionale della Resistenza. L'annuncio è arrivato dal ministro dei Beni e Attività Culturali, Dario Franceschini, che, insieme al sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha preso parte a una conferenza stampa quest'oggi a Palazzo Marino. Il museo avrà sede in piazzale Baiamonti nella seconda piramide di Herzog, che verrà realizzata di fronte a quella già esistente dove ha sede la Fondazione Feltrinelli. Franceschini ha fatto sapere che per la sua realizzazione il ministero dei Beni culturali stanzierà circa 15 milioni di euro che si aggiungeranno ai 2,5 milioni già stanziato in passato per il primo progetto.  "Abbiamo accolto l'appello per una sede più ampia e adatta all'iniziativa – il commento del ministro Franceschini – il Museo Nazionale della Resistenza è qualcosa di cui l'Italia ha assolutamente bisogno".

Tra i primi firmatari dell'appello per la sua realizzazione c'era anche la senatrice a vita Liliana Segre. Sull'argomento è intervenuto anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha inviato un messaggio, poi letto in conferenza stampa dal ministro, nel quale esprime il proprio apprezzamento per l'iniziativa. "In occasione dell'approvazione del progetto del nuovo Museo nazionale della Resistenza desidero esprimere apprezzamento per l'iniziativa – le parole del presidente Mattarella – la memoria di chi ha combattuto per restituire all'Italia la libertà va conservata e trasmessa non per riprodurre divisioni, ma per consolidare e per diffondere specialmente tra le giovani generazioni la consapevolezza del valore inestimabile della democrazia e della libertà".

Nel progetto e nella sua realizzazione saranno coinvolto il comune che attraverso Sala ha fatto sapere che si occuperà di garantire la rigenerazione del quartiere, incrementando anche il verde: "È un prestigio per Milano avere il Museo Nazionale della Resistenza" – ha commentato il primo cittadino di Milano che ha rassicurato sul fatto che verranno trovati anche i fondi per la gestione del museo. La seconda piramide progettata dagli architetti Herzog e De Meuron sarà dunque la sede del nuovo Museo che, come ha spiegato il sindaco "avrà così uno spazio importante di oltre 2.500 metri quadrati interamente dedicato" e architettonicamente si inserisce "in una sorta di prosecuzione con l'edificio della Fondazione Feltrinelli".