Un uomo di 39 anni è stato trovato morto all'interno della sua camera d'albergo, a Milano. L'episodio all'alba di oggi, poco dopo le 6. A chiamare i soccorsi è stata la compagna dell'uomo, sua coetanea, che ha subito spiegato che il 39enne si è sentito male dopo aver assunto una dose di droga, non si sa ancora se cocaina o eroina.

Quando sul posto, un hotel tre stelle in via Toffetti, sono arrivati i soccorritori del 118, per il 39enne non c'era più niente da fare: il personale medico non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Nell'albergo sono intervenuti anche la polizia e la scientifica, per effettuare i rilievi di rito. Quasi sicuramente comunque il 39enne è stato stroncato da un'overdose della sostanza stupefacente di cui ha fatto uso. L'albergo si trova nel quartiere Santa Giulia, a poca distanza dal famigerato "Boschetto della droga" di Rogoredo. Un'area boschiva che per molto tempo è stata considerata tra le più grandi piazze di spaccio d’Italia e che ancora oggi, nonostante i numerosi blitz delle forze dell’ordine e della polizia locale, continua ad essere frequentata da decine di tossicodipendenti, attirati dalla presenza di droga a buon mercato, soprattutto eroina.