in foto: Una scena del film "Tre uomini e una gamba" (dal canale Youtube "Aldo Giovanni e Giacomo ufficiale")

Si faceva chiamare "Ajeje Brazorf", come il personaggio protagonista di un film e di molti sketch comici del trio formato da Aldo, Giovanni e Giacomo. Un uomo di 52 anni, A.R., residente nel quartiere Lambrate a Milano, aveva mutuato da Aldo Baglio le generalità per cercare di garantirsi l'anonimato. Una condizione fondamentale per lui che, ufficialmente disoccupato da tre anni, per mantenere se stesso e il suo cane faceva il pusher di "professione".

Il fantomatico nome Ajeje Brazorf compariva addirittura sul citofono della propria abitazione in via Amadeo. È proprio lì che gli agenti del commissariato Lambrate lo hanno bloccato con uno stratagemma: uno dei poliziotti si è infatti finto un postino e ha detto di dovergli consegnare una raccomandata. Quando l'uomo ha aperto la porta gli agenti hanno fatto irruzione nell'abitazione. All'interno hanno trovato 77 grammi di droga, tra hashish e marijuana, oltre a 145 euro in contanti, probabilmente provento di spaccio. La droga e i contanti sono stati sequestrati mentre per "Ajeje Brazorf" non è finita come nel film "Tre uomini e una gamba" (in cui riesce a farla franca): è stato arrestato.