Ha aggredito la sua ex ragazza, una 25enne brasiliana, picchiandola e cercando di strangolarla con una cintura. Poi un 30enne di nazionalità romena ha cercato di far perdere le proprie tracce scappando nei boschi che si trovano vicino a Lonate Pozzolo, in provincia di Varese. Il ragazzo è stato fermato dai carabinieri, che l'hanno bloccato nei pressi della stazione ferroviaria di Ferno. Per lui è scattato subito l'arresto, in quanto era destinatario di un mandato di cattura emesso dal tribunale di Lecco. Adesso la sua posizione potrebbe aggravarsi, se la procura di Busto Arsizio dovesse formulare nei suoi confronti accuse più gravi.

La vittima delle violenze è stata ricoverata in ospedale a Gallarate, dove i medici le hanno riscontrato diverse contusioni e un'ecchimosi cervicale. La ragazza è stata poi dimessa con una prognosi di cinque giorni. Sono state proprio le sue urla a richiamare l'attenzione del personale dell'Airport Motel, la struttura presso la quale la scorsa notte la 25enne e il suo ex ragazzo si erano dati appuntamento per motivi ancora da chiarire. I gestori del motel hanno chiamato i carabinieri, che giunti sul posto hanno trovato la ragazza in camera, con gli evidenti segni dell'aggressione sul corpo e attorno al collo. La giovane ha riferito di essere stata aggredita al culmine di una lite: sono poi partite le ricerche dell'aggressore, che si sono concluse poco dopo con il suo arresto.