in foto: (Immagine di repertorio)

Un grosso carico di carne, destinato a ristoranti e supermercati della Lombardia, è stato sequestrato a Nerviano, vicino Milano, dagli agenti della polizia locale. Otto i quintali di carne che erano trasportati all'interno di un camion dotato di cella frigorifera, in cui però la temperatura era notevolmente più alta rispetto ai limiti previsti per legge. Nel cassone del camion fermato dagli agenti, infatti, la temperatura era di meno quattro gradi contro i meno 18 previsti dalle norme sanitarie. Per questo motivo è scattato il sequestro della carne e l'azienda cui apparteneva il camioncino è stata multata di oltre tremila euro.

La carne sequestrata è stata distrutta: multati l'azienda e l'autotrasportatore.

A riportare la notizia del sequestro della carne è stata l'amministrazione comunale di Nerviano. Il camion su cui viaggiava il carico è stato fermato negli scorsi giorni dai vigili sulla strada provinciale 109, all'altezza del confine con Parabiago. Nel corso dei normali controlli è poi emersa l'anomalia nella cella frigorifera. Anche il conducente del camion è stato multato: gli agenti della locale hanno infatti scoperto che l'uomo non aveva rispettato i tempi di riposo previsti per legge. La carne sequestrata, dopo essere stata analizzata dai veterinari dell'Agenzia di tutela della salute di Milano (l'ex Asl), è stata distrutta.