Per il quartiere Lorenteggio, a Milano, arriva una pioggia di fondi che non potrà che far piacere ai residenti. Ottantacinque milioni di euro stanziati da Comune, Regione e Aler per riqualificare alcuni stabili, rendere ecoefficienti gli edifici pubblici, migliorare l'illuminazione pubblica, avviare imprese sociali e laboratori di quartiere e garantire un sostegno ai soggetti in difficoltà economica. Il protocollo d'intesa è stato presentato lunedì mattina dal vicesindaco e assessore all’Urbanistica ed edilizia privata, Ada Lucia De Cesaris, e dall’assessore alla Casa Daniela Benelli.

Restituire al quartiere dignità e qualità dell'abitare.

"Abbiamo fissato l’importante obiettivo di restituire al quartiere Lorenteggio dignità e qualità dell’abitare – ha detto il vicesindaco De Cesaris -. E per raggiungerlo uniremo risorse europee, regionali e comunali. In questi mesi le istituzioni hanno lavorato al meglio e in modo celere nell’interesse dei cittadini e del territorio, dando vita ad un accordo condiviso che finalmente cambierà il volto del quartiere. Il coordinamento di competenze e risorse rappresenta un fatto nuovo, volto anche a garantire efficacia e accelerazione dei procedimenti”.

"Il Comune di Milano – ha poi aggiunto l’assessore alla Casa Daniela Benelli – crede fortemente in questo intervento e abbiamo fatto di tutto per destinarvi le maggiori risorse possibili. Grande attenzione sarà posta all’aspetto sociale. Il piano di riqualificazione infatti sarà accompagnato da un gestore sociale che avrà l’importante compito di coinvolgere gli inquilini in ogni fase del progetto e dei lavori, perché non vogliamo che ricadano sul quartiere scelte non condivise. Abbiamo una forte esperienza di presidi sociali nei quartieri popolari e sappiamo quale insostituibile supporto rappresentino". Da Palazzo Marino arriveranno direttamente risorse per 20 milioni di euro oltre a 5 milioni di euro provenienti dai fondi "Pon metro", cioè risorse del Piano operativo nazionale destinate alle grandi città.