Una ragazza di circa venti anni non si trova più. E' scomparsa nella notte tra sabato e domenica a Marnate, Varese, dopo essere stata vista l'ultima volta vicino al boschetto del Rugareto, un'area frequentata da spacciatori e drogati. A dare l'allarme è stato un trentacinquenne, tossicodipendente, che ha raccontato di aver visto la ragazza sparire tra gli alberi in compagnia di due pusher. Il suo racconto deve essere ancora verificato dai carabinieri, arrivati sul posto insieme ai volontari della protezione civile che, con l'aiuto di alcune unità cinofile, hanno cominciato immediatamente le ricerche della ventenne.

Marnate, una ragazza scompare nel bosco. Automobile in fiamme pochi minuti prima della scomparsa.

Un altro elemento contribuisce a rendere la vicenda ancora più misteriosa. Pochi minuti prima della scomparsa della ragazza un'automobile è andata in fiamme nella zona industriale del paese intorno a viale Kennedy. Si tratta sicuramente di un incendio doloso, sostengono i vigili del fuoco accorsi sul posto, e gli investigatori non escludono che il fatto sia collegato alla sparizione della ventenne. I carabinieri hanno ascoltato il 35enne, e per il momento unico testimone, per tutta la giornata di ieri, ma ancora non sono convinti della assoluta veridicità del suo racconto. In un primo momento, infatti, aveva sostenuto che la ragazza era entrata nel boschetto da sola, poi ha parlato di due giovani spacciatori marocchini. Non è escluso neanche che la giovane abbia scelto spontaneamente di allontanarsi, anche perché, tra l'altro, non avrebbe più rapporti con la famiglia da tempo.