Forte vento e grandine su Milano e la Lombardia. L'ondata di maltempo artico, una vera e propria piccola riedizione dell'inverno ormai passato nel pieno della primavera, ha provocato danni e disagi dalla giornata di ieri. Questa mattina si registrano problemi per una violenta grandinata in provincia di Brescia e sul lago di Garda, dove il vento sta soffiando a una velocità superiore ai cento chilometri orari e si contano a decine gli interventi dei vigili del fuoco. Ieri alberi caduti a Milano e in provincia di Lecco. Ieri sera un violentissimo temperale in provincia di Varese, ha costretto tre aerei che dovevano atterrare a Milano Malpensa ad atterrare all'aeroporto di Orio al Serio.

Bufera sul lago di Garda

La situazione più critica sul lago di Garda, dove le raffiche di vento hanno abbattuto decine di alberi, e il tratto di lungolago che va da Desenzano a Lonato e stato chiuso per rimuovere gli arbusti caduti sulla carreggiata. In diversi punti il lago è uscito dal bacino invadendo le strade circostanti mentre il forte vento ha scoperchiato il tetto di un centro sportivo a Lonato del Garda.

Neve anche in bassa quota

Il brusco abbassamento delle temperatura ha fatto rivedere la neve anche in bassa quota, ad esempio in Alta Valtrompia in provincia di Brescia, ma anche a Zone a soli 700 metri d'altitudine sul lago d'Iseo. Fiocchi di neve anche in Val Brembana a Foppolo e in Val Seriana e Val di Scalve.

Le previsioni meteo delle prossime ore

Per tutto il pomeriggio di oggi le condizioni atmosferiche – stando alle ultime previsioni – non dovrebbero migliorare – mentre dalla giornata di domani il maltempo mollerà la sua morsa. Ma per tutta la prossima settimana le temperature saranno più basse della media stagionale e sono previste nuove precipitazioni tra una schiarita e l'altra.