Roberto Boselli, morto sulla Grignetta
in foto: Roberto Boselli, morto sulla Grignetta

Tragedia sulla Grigna Meridionale, una delle più conosciute montagne nel territorio della provincia di Lecco, dove è stato ritrovato il cadavere di un uomo. Il rinvenimento è avvento all'alba di oggi, sabato 6 luglio, quando l'unità di pronto intervento del Soccorso alpino ha scorto in un canale quella che sembrava essere la sagoma di una persona riversa a terra. Secondo le informazioni apprese, il corpo senza vita appartiene a Roberto Boselli, un alpinista di 53 anni del posto. La sua famiglia ne aveva perso le tracce dal momento in cui era uscito di casa, con l'intenzione di raggiungere il luogo, noto come Grignetta, per scattare alcune fotografie del panorama meraviglioso al tramonto. Il 53enne era un appassionato di fotografia e amava la montagna. Ma trascorse diverse ore senza vederlo più tornare, i suoi familiari si sono allarmati e, insospettiti dalla sua assenza e preoccupati che gli fosse successo qualcosa, hanno chiesto aiuto ai soccorritori.

Alpinista trovato morto sulla Grignetta

Una notte di ricerche che purtroppo si sono concluse con il temuto esito di non ritrovarlo vivo. I volontari lo hanno cercato a lungo, passando al setaccio le pendici della montagna ma quando lo hanno trovato era ormai privo di sensi. A risultargli fatale probabilmente è stata una caduta di diversi metri mentre scendeva il Sentiero delle Capre, che gli ha causato ferite e traumi gravi, da rendergli impossibile ogni speranza di sopravvivere in un luogo così isolato, senza un intervento immediato e un trasferimento in ospedale. Roberto lascia la moglie e un figlio.