Tutti ne parlano, tutti la vogliono intervistare. In poche ore Laura Mesi, la prima sposa single d'Italia, è diventata famosissima e la sua storia è ormai virale su tutti i social network. Tanto cercata, che questa mattina, sulla sua visitatissima pagina Facebook, la sposa ha spiegato come fare a contattarla:  "Chiunque fosse interessato, lo faccia in privato a me personalmente! Non ho un manager né tantomeno qualcuno che mi curi d'immagine. Ps. 1° notizia cliccata su Google. Oh mio Dio, grazie a tutti!".

Il matrimonio, si fa per dire, è stato celebrato con una cerimonia in grande stile con parenti e amici, il classico pranzo, l'orchestrina, le damigelle d'onore, le fedi (anzi, la fede), i fiori bianchi e la torta nuziale. Mancava, è proprio il caso di dirlo, solo lo sposo. L'ampio servizio fotografico realizzato alla festa è stato pubblicato interamente sulla pagina Facebook di Laura. "Avevo detto a parenti e amici che se entro il quarantesimo compleanno non avessi trovato la mia anima gemella mi sarei sposata da sola. Credo fermamente che ciascuno di noi debba innanzi tutto amare se stesso. Si può vivere una fiaba anche senza il principe azzurro. Se un domani troverò un uomo con cui progettare un futuro ne sarò felice, ma la mia felicità non dipenderà da lui", ha spiegato così la sua scelta di convolare a nozze con sé stessa.  “Non ho chiesto niente a nessuno, mi sono organizzata il matrimonio e me lo sono pagata interamente io. Qualcuno magari mi criticherà, ma sono convinta di non aver fatto niente di male. Sono felice così e soprattutto ho coronato il mio sogno”, dice ancora.